Sostenibilità e tecnologia innovativa per filiere di alta qualità

Sostenibilità come elemento cardine per la produzione di qualità.

La cooperativa Bonlatte sceglie la tecnologia precision feeding di Dinamica Generale e la consulenza dei professionisti Granda Team che insieme propongono al mercato italiano un sistema integrato per il presidio della tracciabilità alimentare nelle stalle da latte.

 

Proseguono le installazioni dei sistemi di alimentazione di precisione prodotti dalla mantovana Dinamica Generale e assistiti da GrandaTeam in campo negli allevamenti. L’intervento di upgrade tecnologico questa volta vede protagonista la cooperativa emiliana Bonlatte.

Dopo lo startup del sistema di precision feeding (in italiano “alimentazione di precisione”) completo di analizzatore NIR oggi attivo a pieno regime presso l’azienda Cirio Agricola di Caserta, un altro fiore all’occhiello della produzione italiana di latte ha installato due sistemi per la gestione dell’alimentazione animale. La tecnologia permetterà all’emiliana Bonlatte di presidiare il processo di alimentazione animale secondo due vettori chiave di efficienza: tracciabilità e sostenibilità.

La cooperativa Bonlatte fa parte del Gruppo Granterre che rappresenta la principale realtà nel mondo del settore lattiero-caseario per la produzione, stagionatura e commercializzazione del Parmigiano Reggiano. Il Consorzio Granterre è capofila della filiera e presidio per l’area agricola casearia e dei conferimenti. L’anima industriale e commerciale del Gruppo si esprime attraverso Parmareggio S.p.A., che negli anni ha conquistato e consolidato la sua leadership nella trasformazione e commercializzazione del Parmigiano Reggiano.

Da sempre attenta alla qualità, all’innovazione e alla sostenibilità, Bonlatte ha scelto i sistemi di alimentazione di precisione Dinamica Generale e la consulenza Granda Team per due principali motivi:

la sostenibilità verso l’intera filiera che si esplica nella tracciabilità dei dati provenienti dell’intero processo produttivo. Per Dinamica Generale la tracciabilità parte dal campo con l’analisi NIR sul raccolto per arrivare alla stalla passando attraverso la gestione del magazzino e di tutte le attività che coinvolgono l’alimentazione animale (creazione ricette, somministrazione delle razioni, monitoraggio del rifiutato e integrazione dati con i principali software per la gestione della mungitura e della mandria). Il concetto di tracciabilità non si ferma tuttavia al perimetro dell’azienda agricola; la recente introduzione del decreto sull’etichettatura d'origine obbligatoria per latticini e formaggi è un traguardo storico per il nostro Paese che consente di creare un nuovo rapporto tra produttori e consumatori. I cittadini devono essere informati per poter scegliere consapevolmente cosa mettere a tavola. Questo vuol dire tutelare il Made in Italy, il lavoro dei nostri allevatori e far crescere una vera e propria cultura del cibo. La mission di Dinamica Generale e Granda è affermare un modello distintivo di qualità ed eccellenza produttiva mediante l’utilizzo delle migliori tecnologie ad oggi disponibili sul mercato.

Il secondo elemento cardine dell’adozione di un sistema di precision feeding è il controllo degli sprechi. Tutto ciò che non arriva alla bocca dell’animale è identificato come materiale rifiutato, ridurre gli sprechi è un indicatore di efficienza fondamentale per l’allevamento attento alla sostenibilità economica e ambientale. I sistemi di precision feeding Dinamica Generale sono studiati per consentire il monitoraggio del rifiutato in mangiatoia e la ritaratura continua delle razioni in un circolo virtuoso in grado di portare vantaggi economici tangibili per gli allevamenti.

Oggigiorno un’azienda agricola sopravvive se controlla i costi di produzione e limita al minimo gli sprechi. Non basta più produrre bene, diventa fondamentale produrre in modo profittevole. Le tecnologie di precision feeding aiutano l’allevatore ad adeguare in tempo reale le proprie performance e rimanere competitiva sul mercato.